Benvenuto su questo spazio. Molti sono gli argomenti: troverai attualità, schede di giardinaggio, ricette di cucina, articoli sulla natura, parapsicologia, mitologia, favole, poesie, letteratura, la Roma del tempo che fu. Spero che trascorrerai attimi piacevoli e sereni e, se vorrai intervenire o contattarmi, ne sarò felice.

Marista
Siete in: Home arrow Articoli arrow Animali
Ricerca personalizzata
Amministrazione
Animali
GLI ANIMALI DEL GIARDINO la civetta PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
domenica 21 giugno 2009

civetta nana
E' arrivata infine , erano giorni che la sentivo richiamare  dalla macchia e dal fosso, ma in giardino niente, non la vedevo, mentre normalmente già  ai primi caldi all'alba ed al  tramonto la sentiamo e la vediamo,  normalmente nidifica  da noi e  ad una certa distanza si lascia osservare o  ferma su un palo, o in alto su un cedro dove credo che appunto solitamente  faccia il nido.

Quest'anno era in ritardo, o almeno così ci pareva, ed un poco i suoi voli ed i suoi richiami ci mancavano, ora all'appello manca solo un grosso gufo  che fa il nido lontano da casa , ma a sera fa un bel giro intorno ai cipressi in cui è di casa  un allocco.  Non  posso dire che il nostro spazio verde sia poco abitato, se aggiungiamo tortore e palombacci,  Gazze, mentre spesso sui cipressi  in alto fanno il nido  le cornacchie, oltre un corvo prepotente  rissoso e goloso , mi sembra che stiamo messi bene.

 


Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
GLI ANIMALI DEL GIARDINO : le libellule PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
venerdý 05 giugno 2009

libellula in riposo zigotteroOggi dal fosso son salite su al mio giardino le libellule, verdi , grigioline ed un paio color corallo.
Ero tranquilla  a giocare con luc il mio gatto, quando lo ho visto scappare  sotto la sdraio: non aveva mai visto una grossa libellula e questa era proprio speciale, un autentico  gioiello liberty, si è librata per un poco, poi decisa  si è posata fissa e immobile su un  tagete, quando Luc, vinta la diffidenza era pronto con la zampetta per afferrarla, quella si è levata in volo, variopinto mini elicottero, e si è posata leggera ed elegante sulle foglie che sporgono sulla ciotola dell'acqua, vi è rimasta a lungo e  il gatto non ha più osato avvicinarsi, forse impressionato dalla colorata immobilità dell'insetto.
Mi  fa sempre piacere quando volano dal fosso nella macchia  fin su da noi, mi sembra aggiungano alle piante ed ai fiori un di più di grazia ed eleganza, sentite che ne scriveva Ippolito Pizzetti nel suo "Il pollice verde"
"Ancora le libellule: ma cosa c'entrano col giardino? C'entrano invece, e mi ha fatto molto piacere che la lettrice di Bologna abbia scritto chiedendo dove trovarle e come allevarle. Vuol dire che ha capito come io consideri il giardino prima di tutto un luogo di incontri.


Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Danimarca mattanza di delfini mentre i Danesi si godono lo spettacolo PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
venerdý 15 maggio 2009


La "In effetti nelle isole Faroer  viene effettuata una caccia ai globicefali, cetacei della famiglia dei delfinidi,  nella quale gli animali vengono radunati e spinti a riva per poi essere uccisi allo scopo di ricavarne cibo e materie prime di ogni genere."

Così scrive un blogger desideroso di "corretta informazione" ed io voglio dare corretta informazione su questa immonda usanza, il blogger poi ci tiene a farci sapere che le isole  Faroer, pure essendo parte della Danimarca, si autogovernano, embè? Che se domani una delle nostre isole dichiara guerra alla Danimarca, il nostro governo si gira dall'altra parte?

 
Allora , sono stata corretta, però  mi ribolle il sangue quando il blogger pretende pure di raccontarci che noi vediamo tutto quel rosso perché  quei signori dall'animo gentile che a noi sembrano barbari, in realtà stanno facendo di tutto , stanno "prendendo particolari precauzioni per ridurre le sofferenze dei cetacei" Forse per questo li arpionano , non per dissanguarli e renderli più deboli.. per carità ma che pensate , son Danesi!!

Son Danesi, quindi tutto possono, non si protesta, non si chiamano col nome che mostrano di meritare e se uccidono e sgozzano delfini, i delfini  diventano "delfinidi".. come dire un po' meno delfini.  E per meglio farci capire che  insomma, non c'è da fare troppe storie, chiamiamoli "globicefali" cetacei della "famiglia dei delfini,  delfini, si.. ma solo un poco....

La mail che mi ha segnalato  la barbarie che ci fa vergognare di essere uomini e quindi affratellati a questi "uomini" Danesi si, ma non troppo, uomini si, ma non troppo, dice che  quello che vediamo è un "rito" sanguinario cui partecipano i giovani per  segnalare di essere ormai in età adulta. Il blogger che tutto sa della questione, sostiene che  non è vero, lo fanno  solo  per cibo, poveri uomini primitivi.

La folla in Danimarca che osserva indifferente la mattanza dei delfiniNon mettete piede in Danimarca, fatemi il favore, il mondo è grande, non andate  dove c'è gente che tace di fronte a questo orrore, ma anzi  va ad assistere allo spettacolo.

 

 

 







Commenti (1) | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
GLI ANIMALI DEL GIARDINO:passeggiata mattuttina con le gatte PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
mercoledý 13 maggio 2009

Non sempre mi riesce di  fare una bella passeggiata intorno a casa in compagnia delle mie gatte: diciamolo, sono pigre, e spesso preferiscono dormicchiare nelle loro ceste. Oggi invece due di loro mi hanno  accordato l'onore di accompagnarmi  passo passo, vincendo persino  certa loro avversione ad  attraversare ampie zone coperte di erba alta: preferiscono percorrere i sentierini aperti da loro stesse o dai conigli selvatici.

Siamo state fuori circa 1 ora, dopo di che erano stanche ed affamate, Morgan, la più delicata e con problemi di vista, sulla via del ritorno ha  fatto un mezzo capriccio ( anche i gatti capricciano talvolta), la vedete nella foto,  è salita su un vecchio muretto , si è rifiutata di scendere con noi verso casa e mi lanciava deboli richiami, come i cuccioli fanno con mamma gatta quando sono in difficoltà, il messaggio era forte e chiaro: ho dovuto prenderla in braccio fino a casa, forse era ancora spaventata dalla "avventura"che ha segnato la passeggiata del mattino, quando siamo passate sotto i peri selvatici, un corvo  scontroso ha terrorizzato le povere bestiole strepitando contro di loro finchè non si sono allontanate di corsa, ritrovandosi in un folto roveto da cui non venivano più fuori, indaffarate immagino a seguire le piste dei ricci e dei conigli.

Piccole ricchezze del viver fuori città, piccole cose che a volte aiutano ad andare avanti.




















Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Parliamo di animali.. che Ŕ meglio! PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
sabato 09 maggio 2009
Diceva dell'uomo Konrad Lorenz : " Poveri uomini, razza di ignoranti".. e poi "il genere umano ignora le cose semplici.."

Egli annotava come il destino dell'uomo fosse segnato da un prossimo declino, perché fra tutti gli animali era il più competitivo e lo era in maniera eccessiva ( vediamo che crudele società siamo diventati  ai giorni nostri per eccesso di competizione che  ci rende nemici l'un l'altro, ormai incapaci di fare davvero squadra!), notava come si andasse verso la distruzione della tradizione, verso l'indottrinamento al limite del plagio, l'estinguersi dei sentimenti, La diffusione delle armi nucleari ( vedi "Gli otto peccati capitali della nostra civiltà" Adelphi  by  Konrad Lorenz )





Un gatto ed un cane che si vogliono bene, niente di strano in realtà, solo la stupidità e la ignoranza  dell'uomo  fa si che  il bipede si meravigli, quando addirittura  non arriva  ad aizzarli uno contro l'altro.











Orsi Polari
Artico
A causa del riscaldamento globale, il ghiaccio si è ridotto del 40% rispetto agli anni Ottanta e questa regione è sotto assedio anche a causa delle sostanze tossiche, della pesca eccessiva e della caccia spietata che sta decimando orsi polari, balene, foche, trichechi e volpi polari.
Il bracconaggio è ancora oggi una delle minacce più grave per la specie simbolo dell'artico: l'orso polare. In un mese abbiamo già perso 15 orsi bianchi.






Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
GLI ANIMALI DEL GIARDINO: i ricci mangioni coccolosi PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
domenica 03 maggio 2009

riccio comuneDa un po’ di tempo c’è un rinnovato interesse per i ricci: forse siamo tutti un po’ sensibilizzati dalla visione  sempre più frequente di questi animaletti spiaccicati dalle auto sulle nostre strade.

Pochi comunque sanno che con alcune accortezze questo animaletto può diventare quasi domestico.

Se si abita in prossimità di campagna e zone boscose è facile che nel nostro giardino sia di passaggio questo grazioso animaletto o che addirittura vi trovi comoda dimora, addirittura capita che volenterosi si portino a casa piccoli ricci trovati per caso. Non è ben fatto, ma  è meglio fornire un minimo di istruzioni per l’uso .


Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Risultati 33 - 48 di 71
Libri da non perdere

 
Downloads
     
 
 
     
 
 


Segnalato su:
 
     
il Taggatore  
     
Viadeo  
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.