Benvenuto su questo spazio. Molti sono gli argomenti: troverai attualità, schede di giardinaggio, ricette di cucina, articoli sulla natura, parapsicologia, mitologia, favole, poesie, letteratura, la Roma del tempo che fu. Spero che trascorrerai attimi piacevoli e sereni e, se vorrai intervenire o contattarmi, ne sarò felice.

Marista
Siete in: Home arrow Cesoia & Rastrello arrow Il Giardino arrow Cesoia & Rastrello di M&M : Piante grasse Settembre basta poco per curarle
Ricerca personalizzata
Amministrazione
Cesoia & Rastrello di M&M : Piante grasse Settembre basta poco per curarle PDF Stampa E-mail

Scritto da Marista Urru   
marted 21 settembre 2010

piante grasse
Se abbiamo associato diverse piante in una sola ciotola, possiamo notare la diversità del grado di crescita. E’ giunto il momento di fare spazio fra loro.

Tipologie: intanto mettiamo insieme tutte le grasse spinose (sicuramente ci hanno regalato, abbiamo estorto, rubato pezzetti di … “quella piantina non ce l’ho!” Le abbiamo infilate nello stesso vaso, ebbene, ora le porziuncole hanno radicato, si possono tranquillamente mettere in un piccolo vasetto da tenere in casa alla luce mi raccomando!




 

Senza fare violenza su voi stessi, a causa delle spine, ma soprattutto badando alle piante che vi accingete a travasare, posizionatele  distanziate in una ciotola, (anche la stessa di prima) ma con il terriccio rinnovato.

Che terriccio?

In natura le p. grasse vivono in terreni poveri, aridi, cerchiamo di rispettare il più possibile questa caratteristica.

Tempo pochi mesi ed entra l’inverno, già da ora le piante entrano in riposo, smettono di crescere, le esigenze sono ridotte all’osso.

Niente acqua, se non una volta al mese e se si è più che sicure che il terriccio sia asciutto.

Terriccio ideale:

deve essere poroso e drenante composto da:

50% di terriccio fertile,

30% di sabbia..possibilmente del rio “terramaistus” (ahahahah)

20%di pietrisco o argilla espansa o perlite o quello che volete affinché il composto non trattenga l’acqua.

Non appena la nuova ciotola è pronta all’acqua dell’innaffiatura aggiungere mezzo tappo di fertilizzante per piante grasse.

Ricoprire lo strato superficiale con una pacciamatura (corteccia, argilla espansa, pietroline, pezzetti di vetro colorato ecc.), che oltre ad avere valore estetico evita che erbe infestanti cerchino di svernare nei vostri vasi.

Dopodiché lasciatele riposare in pace.

Se ne parlerà la prossima primavera.

Ciau! Da Mariella

p.s. ricordate di tenere la ciotola delle grasse alla luce, in un luogo riparato.

 

 

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Commenti ritenuti offensivi verranno eliminati.
  • E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam. Cose del genere verranno cancellate.
  • I commenti verranno approvati dall'Amministratore prima di venire pubblicati.
  • Ricordarsi di inserire il codice numerico nell'apposito box
  • Se il codice è errato riaggiornare la pagina (refresh)
Nome:
Sito web
Titolo:
Commento:

Desidero essere contattato quando vengono pubblicati altri commenti


Riporta quest'articolo sul tuo sito!

  Commenti (1)
1. Basta anaiffiare
Scritto da Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo website, il 21-09-2010 18:31
Salve ortolane, 
se poi le pante grasse son come la mia panza, basta andare dai frati... 
Christo che giornmata noiosa, vado a dormire, notte. 
ciao.

Powered by AkoSuite 2007

Condividi con
 
< Prec.   Pros. >
Libri da non perdere

 
Downloads
     
 
 
     
 
 


Segnalato su:
 
     
il Taggatore  
     
Viadeo  
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.