CESOIA & RASTRELLO trapianto dai semenzai non sempre facile

Scritto da Marista Urru   
domenica 22 marzo 2009





 

Semenzaio :  diversi mi hanno chiesto che si intende per semenzaio, dove si trovano le cassettine delle  illustrazioni  che troviamo nelle riviste specializzate.

Confesso, io non ho mai posseduto una di quelle cassettine , che sono di plastica ed immagino siano utilissime, in quanto costruite  ad hoc, uso invece le buone vecchie cassette di legno della frutta, almeno fino a che si troveranno. Comunque si tratta di organizzarsi o comperare dei contenitori larghi e bassi, immagino che quelli in plastica, una specie di vassoi, trattengano meglio umidità e calore.

Si semina anche in cassoni profondi , a letto caldo vuol dire che al fondo abbiamo posto uno strato di letame, non dico fresco, ma ancora in grado di generare calore che sale verso l'alto, sul letame abbiamo posto uno strato spesso di buon terricci per non "bruciare" i semi. Se poi vogliamo andare sul professionale , ci riforniremo di cassoni riscaldati da resistenze elettriche.

Il terriccio : in genere abbiamo tre parti di buona terra da giardino, tre parti di sabbia, tre parti di terriccio di foglie.



cassone per semina



Quando viene il momento del trapianto abbiamo un sacco di piantine fitte fitte, il difficile a questo punto è non danneggiare le piantine quando le togliamo dal semenzaio.

 

Un piccolo accorgimento consiste nel piegare la cassetta da un lato facendo uscire  la massa di terriccio  e piantine dalla sede, poi cercare di separare le piantine scostandole una dall'altra con l'aiuto di un bastoncino cui avete fatto una punta per operare meglio.

Se vi risulta ancora difficile, in base al tipo di radici, allora dividete il blocco in pezzetti e ogni pezzetto recante più piantine, lo invasate con terriccio morbido e fine, poi quando le piantine saranno cresciute, le dividerete meglio. Un avvertimento ; quando trapiantate non usate mai contenitori troppo grandi, altrimenti la pianta   svilupperà troppo la parte delle radici rispetto quella aerea. L e piantine vanno innaffiate poco e spesso, per permettere alle giovani radici di respirare, non bagnate le foglie.


Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Commenti ritenuti offensivi verranno eliminati.
  • E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam. Cose del genere verranno cancellate.
  • I commenti verranno approvati dall'Amministratore prima di venire pubblicati.
  • Ricordarsi di inserire il codice numerico nell'apposito box
  • Se il codice è errato riaggiornare la pagina (refresh)
Nome:
Sito web
Titolo:
Commento:

Desidero essere contattato quando vengono pubblicati altri commenti


Riporta quest'articolo sul tuo sito!

  Lascia il primo commento!

Powered by AkoSuite 2007

Condividi con