Stella di Natale i nostri consigli per non ammazzarla

Scritto da Marista Urru   
mercoledý 09 dicembre 2009

La nostra amica Sima ha chiesto aiuto per  fare in modo che la" Stella di Natale " o poinsettia , non solo superi le feste, ma addirittura resista, resista, e fiorisca la prossima stagione, visto che purtroppo la Euphorbia pulcherrima ( questo il suo vero ed importante nome),  spesso arriva in casa nostra splendida splendente,  ma  in breve accartoccia  e perde  le foglie,  compresi  anche quelli che a noi paiono fiori, ma sono brattee* rosse, bianche o anche rosa.

Vedremo noi , Marista  e Mariella di unire le forze  per sì difficile compito:Smile





Marista : Io  ti posso dire che  va messa in posto luminoso, stando attente alle correnti d'aria sia fredda che calda ( e qui per me  diventa già un problema),  niente sole diretto, il locale in cui la metti non deve essere troppo caldo. Va poco innaffiata  e bada che l'acqua non ristagni.

Mariella: Tutto giusto Marista, ma scusa, la Stella di Natale cresce all'esterno, quindi tanto vale tenerla sopra un davanzale esterno, anche se ci batte un pochino di sole, non succede niente. Io, lo scorso anno l'ho tenuta nel davanzale che da a nord, è stata bene parecchi mesi, ha perso le foglie in aprile! 

Se perde le foglie  consigliano di tagliare i rami  che appunto soffrono e lasciarne moncherini di 10/15 cm, questo ti corrisponde giusto?

 Si, ma bada che il rinvaso va fatto proprio subito dopo la potatura drastica. Attenzione al terriccio.

Sai una cosa? In questo periodo si utilizza il muschio per fare il presepe, ecco se vai in campagna a raccoglierne, prendine un pochino di più e fallo seccare bene, quello unito al terriccio servirà quando travasi la stella di natale, va bene anche per le altre piante "delicate" come le palmette, l'anturium..e tutte quelle piante un po' preziose (dati i prezzi).

Non ci avevo pensato ad utilizzare il muschio secco,  grazie della dritta Mariella ,  tanto più che da me il muschio cresce allegramente su scalette e muretti in tufo. Accadrà immagino anche nei giardini  e sui prati di  molti amici.. penso a Guido,  Guidoo , se mi leggi batti un colpo! Comunque a Maggio potatele drasticamente, rivegeteranno. In questa occasione rinvasatele con un vaso non troppo grande e terriccio torboso, badate come sempre al drenaggio, ed appunto il muschio secco aiuterà, non vedo l'ora di provarlo.  In estate mettetele direttamente fuori casa al riparo e a settembre quando la temperatura scende , trovate loro un luogo che abbia una temperatura minima di 18°. Da ottobre teniamola al buio dalle 17 della sera all9 del giorno dopo.

Mi prendo l'ultimo "bau": Bisogna avere una fortuna sfacciata per vederla rifiorire, l'unica è piantarla in terra da subito, appena la si acquista.

Si, ma se uno non ha il giardino?

Che domanda! Se lo compra no? In fondo dicono che noi italiani dobbiamo essere ottimisti, che non è vero che siamo poveri, che vuoi che costi uno straccio di giardino!

Dai, scherzo!Questi consigli erano dedicati a Sima vero? Ebbene, ha detto che ha un balcone grande, quindi va bene anche il balcone, l'importante è non lasciarla a lungo sotto la pioggia,(la Stella di Natale, non Sima!) quindi un minimo di attenzione: quando piove dentro casa, se non piove fuori.

Io ne so un'altra: Se se vogliono utilizzare i rami anziché la pianta in vaso, per farla durare la Stella di Natale recisa, bisogna far uscire tutto il lattice velenoso dal fusticino, si deve, poi,  bruciare l'estremità, quindi mettere i rami nell'acqua con l'aggiunta di un prodotto conservante per fiori recisi (anche la comune aspirina va bene).

  • Brattee : foglie  che subiscono una trasformazione ,  e questo avviene per poter assolvere a determinate funzioni, in questo caso la colorazione serve ad attirare gli insetti per la impollinazione, infatti i fiori sono piccolissimi ed insignificanti, siti al centro della finta corolla di foglie.
 

Un saluto  a Sima ed a tutte le amiche/i.. giardinieri

da Mariella e Marista

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Commenti ritenuti offensivi verranno eliminati.
  • E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam. Cose del genere verranno cancellate.
  • I commenti verranno approvati dall'Amministratore prima di venire pubblicati.
  • Ricordarsi di inserire il codice numerico nell'apposito box
  • Se il codice è errato riaggiornare la pagina (refresh)
Nome:
Sito web
Titolo:
Commento:

Desidero essere contattato quando vengono pubblicati altri commenti


Riporta quest'articolo sul tuo sito!

  Commenti (6)
1. Stella di Natale
Scritto da Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , il 10-01-2010 19:32
grazie Lia, non sapevo di questa "sete d'affetto della Stella di Natale, e come ha detto Marista, penso che tu possa dare molto al sito, sei in un campo sconosciuto ai pi¨ quindi i tuoi consigli saranno preziosi. Un bacio. tua Mari
2. grazie
Scritto da Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , il 10-01-2010 18:40
grazie e benvenuta sul sito, spero tu voglia tornare, i tuoi consigli sarebbero preziosi. 
Io con le stelle sono poco fortunata, va meglio con le orchidee, ma anche loro sono "pretenziose", vanno complimentate, coccolate,altrimenti si avviliscono. 
un saluto 
Marista
3. stella di natale
Scritto da amalia cozzolino, il 10-01-2010 18:19
sono una naturapata di torino cognata di mariella da poco sulla rete.volevo aggiungere ai vostri preziosi consigli di considerare la stella una presenza reale nelle vostre case vuole attenzioni affettuose e molto vanitosa e quindi rivolgeteli dei complimenti ma sopratutto fatele sentire che le volete bene vedrete che fara in modo di dimostrarvelo ciao
4. l'alberello, resisterÓ??
Scritto da Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , il 18-12-2009 08:51
Grazie Mariella dei suggerimenti x l'alberello, purtroppo lo devo portare in casa x l'addobbo ma la notte lascio un po' il balcone aperto nella stanza dove l'ho messo, speriamo bene, ho sempre desiderato avere tra le mie piante un abete. 
Un bacio a te, a tutta la redazione e alle lettrici
5. per Sima
Scritto da Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , il 12-12-2009 19:16
Si ne ho uno, lascialo nel vaso, o Ŕ in fitocelle? (quella plastica nera. Ascolta amica mia, se proprio vuoi stressarlo, con molta delicatezza travasalo senza fargli perdere un bricciolo della terra attaccata, e mettilo in un vaso pi¨ grande, se intendi metterlo dentro casa, alla fine delle feste potresti trovarlo miserament spennato, quindi lascialo fuori, anche perchŔ sarÓ pesantuccio da spostare. Addobbalo come vuoi, anzi fai una cosa, mandami la foto dopo che l'hai riempito di palle e festoni. Ciao cara un bacio grande grande.
6. natale... e le piante
Scritto da Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , il 11-12-2009 18:27
Carissima Mariella, la sima non trova pace, cosa ha pensato stavolta x complicarti la vita? di acquistare un alberello di Natale con le radici e il suo pane di terra! 
La speranza Ŕ che sopravviva e col suo profumo mi riporti a boschi incontaminati di montagna! Hai qualche suggerimento? 
Un bacio a presto e ciao a tutte le lettrici che sono sicura saranno numerosissime.

Powered by AkoSuite 2007

Condividi con