Benvenuto su questo spazio. Molti sono gli argomenti: troverai attualità, schede di giardinaggio, ricette di cucina, articoli sulla natura, parapsicologia, mitologia, favole, poesie, letteratura, la Roma del tempo che fu. Spero che trascorrerai attimi piacevoli e sereni e, se vorrai intervenire o contattarmi, ne sarò felice.

Marista
Siete in: Home arrow Anna A.
Ricerca personalizzata
Amministrazione
Anna A.
Leggere & Scrivere Poesia di Anna Alessandrino CXLVI PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
giovedė 09 giugno 2011


Poesia

























CXLVI

A piedi scalzi

sfiori i miei giorni oscuri

benedetti da una gonna a balze

in cui nascondi i gemiti.

Tu

che vedi al buio

dove io

la mia bambola riposi

furore di fiamma

che mai riposa.


Commenti (2) | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Anna Alessandrino poesia CLXII PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
venerdė 08 aprile 2011

Tramonto di Anna Alessandrino


 

 

 

 

 

CLXII

Son reti certe sere

reti gettate all'improvviso

sul mattino

quello che si apre

sul fondo bianco

di una pagina

incollata al vetro

spe(i)cchio di vento.


Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Leggere & Scrivere Poesie di Anna Alessandrino PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
giovedė 31 marzo 2011
alba


Stare

a piedi nudi sulla soglia 

mentre il dolore

distende le braccia

accalora la mente

e annebbia i pensieri

che diventano serpi.

L’aurora intanto

si ammanta di neve

e dimentica la notte









Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
8 Marzo festa della donna ? Di Anna Alessandrino: PDF Stampa E-mail
Scritto da Marista Urru   
mercoledė 09 marzo 2011

mimosaAnche quest'anno, in quasi tutto il mondo, l'8 Marzo è stata di scena la "Donna" e, sicuramente, in ogni casa c'è una mimosa.

E' giusto che ciò avvenga, noi donne, noi madri, ce lo meritiamo, e questo lo affermo, credetemi, con estrema umiltà.

Eppure...eppure mi sembra così effimero tutto questo, perchè la nostra festa non dovrebbe esserci una volta all'anno, ma tutti i giorni e tutti i giorni , con noi, dovrebbero essere festeggiati il marito, il padre, il figlio, il fratello, l'amico; ma questo è impossibile, altrimenti le guerre che ci starebbero a fare? E poi, è così facile non dimenticare i torti subiti!

Che senso ha questa festa, allora, quando proprio in questi ultimi anni c'è stato un acuirsi  della violenza sulla donna e sui minori? Non sono tutte rose e fiori, e il cammino che noi donne dobbiamo percorrere è ancora lungo ed arduo, ma, nonostante i naturali timori, non dobbiamo demordere, ce la faremo. Forse lo capiremo proprio quando non ci saranno più questi festeggiamenti, molto nobili, ma che ci fanno sentire ancora così "diverse" da lui, dal nostro Uomo.

Oggi, intanto, dobbiamo chiederci che valore si debba attribuire all'8 Marzo, soprattutto se si pensa a quei giudici che hanno avuto il coraggio di togliere una bimba di un anno e mezzo alla mamma adottiva. (E aggiungo adesso, 8 marzo 2015, che valore dare a questo giorno se tanti uomini che uccidono o violentano le donne abbiano pene miti, o addirittura rimangono liberi?

Quest'ultima, che desiderava con tutta l'anima un'altra figlia, l'ha "adottata" illegalmente, cioè, invece di percorrere l'iter burocratico, crudelmente lungo, si è rivolta ad altri enti privati e quando si è vista tra le braccia  la piccola Serena, una bambina filippina di pochi mesi, ha pensato di registrarla all'anagrafe come figlia naturale del marito, per paura che il sogno potesse svanire. Nel periodo che è stata con lei, quella mamma le ha dato l'amore che non conosceva e una casa che non aveva.

Ebbene, quando il fatto è venuto alla luce, i giudici hanno pensato di toglierle la bambina perchè, con il marito, si era burlata della legge...e questi atti vanno puniti.

Certo i giudici si sono sentiti presi in giro, ma come credono che possano sentirsi gli italiani onesti quando terroristi (e politici, amministratori pubblici, burocrati), che hanno causato una miriade di stragi, vengono assolti "per non aver commesso il reato"?

Già, ma noi dobbiamo subire ed ancora una volta essi hanno dimostrato che, nel mondo di oggi, l'amore è da condannare. 

                                                                                           Anna Alessandrino

Articolo scritto per il "Giornale della Murgia", maggio 1989, con cui Anna Alessandrino ha collaborato per diversi anni

 Ndr: Siamo nel 2011, questo bell'articolo  di Anna è  purtroppo ancora attuale. Non è cambiato nulla.

Siamo nel 2015, cara Marista, e non è cambiato ancora niente.   

Commenti (2) | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Pross. > Fine >>

Risultati 17 - 20 di 20
Libri da non perdere

 
Downloads
     
 
 
     
 
 


Segnalato su:
 
     
il Taggatore  
     
Viadeo  
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.