Benvenuto su questo spazio. Molti sono gli argomenti: troverai attualità, schede di giardinaggio, ricette di cucina, articoli sulla natura, parapsicologia, mitologia, favole, poesie, letteratura, la Roma del tempo che fu. Spero che trascorrerai attimi piacevoli e sereni e, se vorrai intervenire o contattarmi, ne sarò felice.

Marista
Siete in: Home
Ricerca personalizzata
Amministrazione
Deserti della anima cosi muore Roma
Scritto da Marista Urru   
lunedì 20 aprile 2015

Risultati immagini per immagini roma pipi albero

Giardini , ville di Romaun tempo ricche di piante preziose e anche rare, sono all'abbandono, sporco in terra, gente che fa pipi avanti a tutti, fiori strappati, alberi che soffrono con tutta evidenza... la barbarie impera, mentre  turisti ed immigrati si lavano nelle fontane monumentali..una  totale mancanza di rispetto e civiltà diffuse. Questo è diventata Roma: una cloaca puzzolente.

E' una realtà dolorosa che  ti prende alla gola in tutta la sua oscena evidenza  se torni a Roma, e ti stringe il cuore:  Roma muore.
Muore di inciviltà, muore di sporco  diffuso , di indifferenza allo sporco ed alla inciviltà. Muore di mancanza di amore da tanto tempo ed ora sta crollando: malavita, povertà, cemento, caos.



Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
"Il libro di Anna" di Anna Corsi - Recensione di Anna Alessandrino
Scritto da Marista Urru   
giovedì 05 marzo 2015

download.jpg






La vita altro non è che un 

pellegrinaggio

verso il luogo del cuore.

Olivier Clement

 




 

 

Anna Corsi l’ho conosciuta su “faccialibro”  grazie alla passione per la scrittura che ci accomuna. È una donna solare, allegra, positiva e, ancora adesso, stento a credere che durante la seconda guerra mondiale fosse quasi adolescente, prima per la sua anima rimasta giovane e poi perché non dimostra assolutamente i suoi anni. Ha pubblicato vari libri, anche di poesia, ma è l’ultimo quello che me l’ha fatta conoscere maggiormente, è “Il libro di Anna” in cui è racchiusa tutta la sua vita, o per meglio dire gli avvenimenti più importanti della sua vita, da quando, bambina, viveva felice a Genova con la sua famiglia, fino ai nostri giorni.


Leggerlo è stato per me come vivere un viaggio, il viaggio che racchiude in sé quasi la metafora della vita tra nascita, morte (intesa non necessariamente in senso fisico) e ri-nascita.

Inizialmente questo “viaggio” mette Anna in contatto con paesaggi e affetti cari, rassicuranti. Sembra quasi di vederla farsi accarezzare dal vento, o perdersi tra le note di un’opera,  a cui si era avvicinata grazie alla passione per la musica della mamma, o tra i riflessi del sole sul mare. D’improvviso, però, uno scossone tremendo oscura ogni orizzonte: l’Italia nel ‘40 entra in guerra e tutto cambia. Nella famiglia di Anna, ben presto, ci sono le prime perdite tra cui l’amato padre. Tutto diventa difficile e lo è ancora di più quando l’Italia è divisa in due, a nord gli ex alleati, i tedeschi, e a sud i liberatori, gli americani. Lei, con la mamma e il fratello Domenico, è a Genova dove la situazione è davvero drammatica tanto che, quando il fratello fugge tra i partigiani, Anna, non ancora sedicenne, viene presa e deportata in Germania, durante una irruzione dei tedeschi in casa.

Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Colloqui con il vento: ascolta il vento
Scritto da Marista Urru   
lunedì 02 marzo 2015

Risultati immagini per pergolati ombrosi immagini


Ascolta, è il vento


Ascolta, è il vento, lo abbiamo aspettato, ora è qui, lo senti? Eccolo; e siamo tornati bambini,oggi come allora cerchiamo di carpire i suoi segreti. Ricordi ? il vento giocava con noi e ci rincorreva per i viali del giardino sotto i pergolati ombrosi, e ci spingeva e quasi ci sollevava. Ci sentivamo potenti, leggeri, capaci di volare, capaci di tutto, certi di un futuro grandioso, che mai è arrivato. Impetuoso ci raccontava di avventure, di viaggi, di lotte, di sogni. Oggi lieve ci carezza, ma tace, quasi rispettoso della nostra pacata vecchiaia.


Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Tsipras e Renzi le due sartine del tempo che fu, cambiano verso alla Europa!
Scritto da Marista Urru   
domenica 25 gennaio 2015





Grecia:  pare che abbia vinto la estrema sinistra che  tanto estrema non è, si pone un programma che "rivoluzionerà l'europa" e si ispira al nostro Renzi...hmmm!! Cioè?
I baldi giovanotti promettono: "Cambieremo verso alla Europa"  Ora è chiaro, si certo, cambiare verso si puo', cambiare tutto per non cambiare nulla,vecchia storia. Da brave sartine del tempo di guerra,visto che  l'europa non  piace a chi la subisce, visto che austerità sta ammazzando i  popoli... cambiano verso, rovesciano la vecchia europa..come un vecchio cappotto liso e bucato, che resta liso e bucato,ma si vede di meno,  e il popolo bue applaude!

Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Mostruose cifre del crac finanziario mondiale che pagheremo noi
Scritto da Marista Urru   
venerdì 23 gennaio 2015

Allora siamo davvero di fronte ad una finanza criminale supportata da Parlamenti criminali  o ignoranti e da istituzioni criminali?




IL CRAC FINANZIARIO GLOBALE.. GUARDIAMOLO IN FACCIA PER QUELLO CHE E' E DIFFONDETE QUESTI NUMERI CHE CI PERMETTONO DI DIRE CHE SIAMO DI FRONTE AD UN AMMASSO DI CRIMINALI IRRESPONSABILI seduti  nei vari Parlamenti e proni acriticamente al sistema finaziario le cui follie mettono in conto SOLO A NOI CHE LI STAMO MANTENENDO. E SONO NUMERI CHE VENGONO DAL CUORE DEL CRIMINE STESSO: LA BANCA DEI REGOLAMENTI INTERNAZIONALI, la banca delle banche, il  BRI

Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Europa Unita, una storia di realtà virtuale tessuta ad arte intorno a noi, liberiamoci !
Scritto da Marista Urru   
sabato 10 gennaio 2015



 


Europa Unita come la vedo io  detto in breve: una trappola. Volendo espandere, ma non troppo: dopo averci ingabbiato nell' Euro e nei patti europei, trappole evidenti, ci hanno detto e urlato che come abbiamo fin ora vissuto era sbagliato, che siamo degli incapaci, dei pelandroni.. che dobbiamo esser competitivi fra noi. E qui primo campanello di allarme.. come essere uniti per avere vantaggi comuni ed essere più forti nella competizione mondiale, ma andare gli uni contro gli altri in sostanza? Ma ci hanno preso per fessi?

Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
Noi italiani non ci amiamo, non ci rispettiamo e diventiamo terra di conquista
Scritto da Marista Urru   
sabato 06 dicembre 2014






Tempo di ricordi, di bilanci. E riporterò sul sito  alcuni post scritti per girodivite. Risalgono dal 2007 e rileggerli mi è servito per constatare , con un po di amarezza, che se allora si ponevano le basi dell'oggi triste e folle, nulla di fatto è cambiato. Comincio da le constatazioni su quanto noi Italiani non ci amiamo e siamo spesso i peggiori nemici di noi stessi.

Noi Italiani, ragazzi di strada

Noi Italiani, siamo un poco come quei ragazzi venuti su senza amore, lasciati crescere per strada, abbandonati e poco apprezzati. La nostra storia lo conferma, siamo stati per secoli terra di conquista per troppi, siamo da sempre una macedonia di genti diverse e divise; terra di confine l’Italia, teatro di decenni di defatigante guerra fredda, terra di tutti e di nessuno, ed il risultato è qui : siamo ragazzi abbandonati. Sono stati spesso cattivi con noi e noi siamo cattivi tra noi, abbiamo un incomprimibile spirito di rivalsa, e lo sfoghiamo quasi sempre non verso chi ci maltratta, contro quei poteri che troppe volte ci hanno schiacciato, ma contro quelli di noi che ci appaiono i più deboli, come avviene regolarmente fra i ragazzacci affamati di amore e considerazione.

Lascia il primo commento! | Riporta quest'articolo sul tuo sito!

Leggi tutto...
Condividi con
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 11 di 1871
Libri da non perdere
Diretta Radio Radicale

Dirette Radio RadicaleVisita il sito di Radio Radicale - dirette
I contenuti di Radio Radicale sono distribuiti con licenza CC BY 2.5 it



 
Downloads
Scopri chi scrive questo sito
marista-urru-2.jpg   Chi è Marista Urru? Leggi qui
mariella.jpg   Chi è Mariella? Leggi qui
franco-parpaiola.jpg   Chi è Franco Parpaiola? Leggi qui
anna-alessandrino-dettaglio.jpg   Chi è Anna Alessandrino? Leggi qui
Leggi le Norme sulla Privacy di questo sito web.
     
 
 
     
 
 


Segnalato su:
 
     
il Taggatore  
     
Viadeo  
Social Network
Visita il mio profilo su
facebook.jpg
youtube_logo.jpg
twitter-logo.jpg
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.